Linee guida delle Regioni per i Matrimoni

Linee guida delle Regioni per i Matrimoni

Sono uscite le linee guida delle Regioni per i Matrimoni.

La Regione Campania e la Regione Sicilia hanno specificato

che dall’8 Giugno al 31 Luglio

è consentita la ripresa delle seguenti attività:

  • feste di matrimonio e altre cerimonie, nella stretta osservanza del Protocollo.

Ordinanza n. 55 del 5 Giugno 2020 De Luca, l’allegato all’ordinanza che ha ad oggetto il settore del wedding e cerimonia è quello alla lettera E.

Potete leggere a questo link in modo integrale, tratta finalmente anche il settore eventi, a noi tanto caro.

Mentre Musumeci lo aveva preceduto pubblicazione l’ordinanza n. 22 del 2 giugno 2020 ( puoi leggerla a questo link)

Nelle schede tecniche (allegato n.1), allegate al documento, nella sezione dedicata alla “ristorazione” troviamo le indicazioni.

La nostra Regione Lazio?

Con decorrenza 5 Giugno 2020 anche Zingaretti pubblica il

Bollettino Ufficiale della Regione Lazio n. 73

(puoi leggerlo a questo link)

a pagina 10 è riportata la scheda tematica che

riguarda la ristorazione; che sono da intendersi

come integrazioni alle raccomandazioni di

distanziamento sociale e igienico-comportamentali

finalizzate a contrastare la diffusione del virus

in tutti i contesti di vita sociale.

Linee guida delle Regioni

per i Matrimoni

Cosa cambia rispetto al precedente protocollo?

In precedenza, con la fase2 erano state divulgate

le regole per la riapertura dei Ristoranti e bar.

In questo caso le Regioni Campania e Sicilia

hanno specificato il tema Matrimoni, per

quanto riguarda la Regione Lazio, per il momento

ci dobbiamo attenere al Bollettino Ufficiale.

Importante premessa:

“Resta inteso che in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico

le misure indicate potranno essere rimodulate,

anche in senso più restrittivo”.

Ci spiega l’Avvocato Michela Tombolini, (che ringrazio

per il suo supporto sempre chiaro e preciso!)

in sintesi cosa è stato previsto:

  • dovrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C;·
  • sarà necessario rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al giorno;
  • bisognerà privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro;
  • i tavoli dovranno essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale. Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet;· 1 metro tra un tavolo e l’altro;
  • La consumazione a buffet in modalità self-service non sarà consentita. Sarà possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per gli ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie;· Il personale di servizio a contatto con i clienti dovrà utilizzare la mascherina e dovrà procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima di ogni servizio al tavolo);·
  • favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria; se ciò non fosse tecnicamente possibile, vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e in ogni caso va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati, secondo le indicazioni tecniche di cui al documento dell’Istituto Superiore di Sanità;·
  • gli invitati dovranno indossare la mascherina tutte le volte che non sono seduti al tavolo.· non sarà obbligatorio tenere la mascherina all’aperto e tra congiunti.
  • non saranno soggetti all’obbligo di utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso.

“Fondamentale tenere a mente che le ordinanze

con le linee guida delle Regioni per i Matrimoni indicano come punti di riferimento il monitoraggio dell’andamento dell’epidemia e lo stato di emergenza che termina il 31 luglio.

Questi due elementi stanno a significare che se la situazione continuerà a migliorare si potrebbe verificare una diminuzione delle restrizioni.

Se la situazione migliora ancora probabile che molto presto torneremo a festeggiare senza restrizioni.

Per quanto concerne il discorso “musica ed intrattenimento”

si prevede l’uscita nei prossimi giorni delle linee guida

per la ripresa delle attività delle discoteche,

quindi grazie a loro potremmo avere

qualche indicazione da queste.

Non ci resta che attendere speranzosi!

Continua a seguirci, nel nostro blog troverai

tutte le novità del settore Wedding, consigli ed

idee che potranno essere di sicuro aiuto nella

progettazione del tuo grande giorno!

Potrai vedere anche interessanti gallerie fotografiche.

Stay tuned!

Verifica subito la disponibilità della data del Vostro Matrimonio

seguici su instagram
Seguici su Instagram
Sira bliss event and wedding planner